Nulla resiste al Bersagliere .. sempre al Motto "Migliorarsi per migliorare

Paceco conferisce la cittadinanza onoraria al Milite ignoto

Paceco 30 09 2021
Una iniziativa promossa dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani, con l’obiettivo di rendere il Milite Ignoto cittadino di tutta Italia, è stata sposata dall’Amministrazione comunale di Paceco ed ha ricevuto l’approvazione del Consiglio comunale.

Nella scorsa seduta, l’ultima della sessione ordinaria convocata dal presidente Gaetano Rosselli, la proposta di conferimento della cittadinanza onoraria al Milite Ignoto è stata approvata all’unanimità dai nove consiglieri presenti, tra maggioranza ed opposizione, in attuazione di un’iniziativa sostenuta anche dal Col. Bers. Giovanni Patti del 6° Reggimento Bersaglieri, dalla Caserma dei Carabinieri e dall’Associazione Nazionale Bersaglieri sezione di Paceco.

L’Anci, in particolare, ha sollecitato tutti i comuni italiani ad assegnare la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto, in modo che il simbolo dei caduti di tutte le guerre diventi anche il cittadino di tutta Italia.

“Il progetto è promosso in occasione del centenario della traslazione del Milite Ignoto, avvenuta il 4 novembre 1921” ha spiegato l’assessore Michele Ingardia, prima della votazione dell’atto deliberativo, ricordando che “il Milite Ignoto rientra nella simbologia che appartiene alla nostra identità nazionale, ed è importante continuare a tener viva la memoria, trasmettendola alle future generazioni in questa chiave di lettura, perché il Milite Ignoto, insieme al tricolore e all’inno nazionale, è tra i simboli più identificativi e aggregativi della nostra Repubblica”.

“Nella storia di Paceco – ha proseguito l’assessore – ci sono stati tanti giovani che hanno sacrificato la loro vita nei conflitti mondiali, alcuni spesso ricordati con memorie o intitolazioni di vie cittadine, altri sono rimasti militi ignoti. In questa occasione voglio ricordare il soldato Leopoldo Muraca, caduto sul territorio francese in giovanissima età: non potrò mai dimenticare le lacrime di mia nonna Maria quando raccontava di suo fratello Dino e di cosa significò per la sua famiglia ricevere la cartolina con su scritto “morto in combattimento”. Per me – ha concluso – questa cittadinanza onoraria conferisce il giusto onore e rispetto al soldato Leopoldo Muraca e a tutti quelli che, come lui, dovranno essere ricordati dalle generazioni future per continuare a dare un senso al loro sacrificio”.

Udienza da Papa Francesco

Papa Giovanni XXIII° Protettore dell'esercito

Raduno Interregionale Bersaglieri ARBOREA 2020

Raduno Interregionale Centro ORISTANO 2020

Raduno Nazionale Bersaglieri Roma 2020

Raduno Nazionale Bersaglieri Roma 2020

Articoli

Opera Nazionale Caduti senza Croce

Video A.N.B.

***********************
***********************

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Guarda l'informativa Cookie Policy

Guarda l'informativa Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Chiudi